venerdì 14 aprile 2017

5 cose che - 5 cose che amo dei libri



Buongiorno cari TwinsLettori!
Quello di oggi è un post un po' più speciale degli altri perché...la rubrica compie il suo primo anno!! Già, incredibile ma vero, il 15 Aprile 2016 abbiamo pubblicato il primo post vero e proprio 5 libri che ho in libreria e che non ho ancora letto. La cosa curiosa è che ad un anno di distanza, non li ho ancora letti! xD (Irrecuperabile!) 
Scherzi a parte grazie, grazie, grazie a tutte le bloggers che, in questo luuungo periodo, si sono aggiunte e hanno deciso di condividere i nostri post/scleri con noi!!

Anche quello di oggi è un argomento che definirlo speciale è dire poco: 5 cose che amo dei libri
Solo 5? Questa volta la parte difficile è stata concentrare il tutto in soli 5 punti! Ma, in un modo o nell'altro, ci sono riuscita :D


1. I libri sono esperienze a (quasi) 5 sensi



Il primo punto riguarda in particolar modo i libri cartacei. Sì, leggere è sempre bello e ultimamente leggo sempre di più in digitale, ma leggere un libro cartaceo è una vera e propria esperienza. Si entra a contatto con il libro ed è come se lo si vivesse con più profondità, oserei dire quasi intimità.
L'odore dei libri. Parliamone. Mi viene in mente una citazione di Zafón: "Entrai nella libreria e aspirai quel profumo di carta e magia che inspiegabilmente a nessuno era ancora venuto in mente di imbottigliare." Se anche voi, siete persone che, quando siete in libreria (o in un qualsiasi altro posto), vi trovate con un nuovo libro in mano, vi guardate attorno facendo attenzione che non ci siano persone che possano prendervi per matti e...annusate il libro, sappiate che non siete soli! Il mio preferito? Il profumo delle graphic novel, diverso da un semplice libro nuovo di stampa!
La sensazione della carta tra le mani, le pagine sfogliate una ad una...sono sensazioni che per quanto possano essere pratici ed economici, i libri digitali non potranno mai sostituire. (Sì faccio anche parte del club di chi accarezza i libri!). Non solo olfatto e tatto, ma anche vista! Penso che siate d'accordo con me nel ritenere una libreria una delle più belle cose da vedere. Il libro di per sé è qualcosa di bello da vedere, in un qualsiasi stanza o luogo, un libro dà quel qualcosa in più. E tra i suoni più belli c'è sicuramente quello dello swisch delle pagine! 
Per il gusto no...ancora non ho provato ad assaggiarli... xD


2. I libri sono compagni di viaggio



Ok, metto da parte le questioni prettamente materiali e mi faccio più seria o almeno ci provo. Sarà forse un punto banale ma che non darei proprio per scontato, almeno secondo la mia personalissima esperienza. I libri ti permettono di viaggiare: nello spazio e nel tempo. Mi vengono in mente i romanzi di Lucinda Riley ambientati sempre in qualche parte del mondo: Irlanda, Brasile, Australia, Francia e in qualche epoca storica diversa, che sono un po' la rappresentazione di questo concetto. Ovviamente fare un viaggio in prima persona in Irlanda non è paragonabile a leggere un libro in cui Tizia vive a Dublino e vaga in giro per la città, ma è sicuramente un modo per conoscere luoghi che, forse, non visiteremo mai ed epoche che sicuramente non vivremo mai. E come ogni viaggio porta con sé dei cambiamenti, così ogni libro letto, anche quello più brutto, porta dentro di noi un qualcosa, ci arricchisce! E per questo, ci dà modo di venire a contatto con infinite realtà, aprendoci la mente. 
I libri ci permettono di visitare mondi che, anche se completamente inventati, a volte, sentiamo più nostri di quello in cui viviamo, ci fanno viaggiare con la fantasia arrivando perfino nel futuro! E come un viaggio ti allontana dalla realtà che, a volte, si fa pesante e difficile da sopportare, aprire le pagine di un libro è sicuramente un modo per allontanarsi dalla quotidianità, per evadere, seppur per poco. Come rimanere impassibili di fronte a tutto questo?


3. I libri sono Amici



Giusto un paio di giorni fa abbiamo pubblicato questo foto su instagram e mi è sembrata perfetta per introdurre la terza cosa che amo dei libri! Le prime lettere dei titoli dei libri compongono infatti la parola AMICO.
Una vecchia famosa canzone che cantavo da piccola, diceva "L'amico è qualcosa che più ce n'è meglio è"...un po' come i libri, no?! Con il tempo e le esperienze capisci che per quanto riguarda gli amici è meglio averne pochi ma fidati, di libri, invece, non se ne hanno mai abbastanza. Forse l'ho già scritto in qualche altro post, considero i libri un po' come delle persone. C'è quello che ti sta subito simpatico, quello con cui non andrai mai d'accordo, quello che fa il misterioso e non lo riesci a capire subito, quello su cui sai che puoi contare sempre, quello con con cui hai avuto un colpo di fulmine e quelli (tanti) che ancora devi conoscere. Ritrovarsi a guardare una libreria, è un po' come ritrovarsi con una comitiva di Amici...con la a maiuscola, però! I libri ci sono sempre e non perché siano oggetti inanimati ma perché nella loro immobilità riescono a capirti, sanno come confortarti, come farti ridere ma sanno anche farti riflettere e darti forza nei momenti in cui ne hai bisogno!

4. I libri creano unione e comunità



Penso a questa stessa rubrica: cos'è l'elemento che ci unisce? Sono loro: i libri! Tutte noi che oggi scriviamo questo post, ma anche chi passerà, per caso, a leggerlo, abbiamo qualcosa in comune. Ed è come se facessimo parte di un...non dico gruppo perché mi dà l'idea di qualcosa di chiuso e la lettura è tutt'altro che chiusura, ma sicuramente è come avere un certo "feeling", ecco forse rende più l'idea. L'amore per i libri e per la lettura unisce! E questo avviene nel mondo 2.0, così come in quello "reale". Ogni giorno viene aperto un blog letterario, una pagina facebook o un profilo Instagram in cui al centro ci sono i libri e sarà, inevitabilmente, un punto di incontro in cui al centro delle discussioni ci saranno loro, in modo da creare scambi di opinioni, consigli, discussioni e dialoghi. E per me che a malapena mi capitava di parlare di libri con giusto un paio di amici, tutto questo è stata una vera e propria scoperta. Come a dire "hey, non sei sola!" Da quando ho "aperto" il mio profilo facebook anche al blog, oltre ad amici e parenti del mio paesello e dintorni, mi sono ritrovata tra le amicizie persone di ogni parte d'Italia, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia! E trovo che sia qualcosa di straordinario! 
I libri, inoltre, ci aiutano per quanto possibile, a conoscere chi ci troviamo di fronte (o dietro ad una tasteria). L'aver letto gli stessi libri, le opinioni a riguardo, concordanti o discordanti che siano, ma anche i libri non ancora letti, sono elementi che aiutano a farci un'idea dell'altro e sono, oltretutto, degli ottimi spunti di discussione. Mi rendo conto che lo stesso discorso potrebbe valere anche per i film e l'arte in generale. Non so voi, ma a me succede che, con una persona che non legge, che non guarda film e che non si interessa di niente in questi campi, dopo un po' terminano gli argomenti di cui parlare e si rimane nella banalità. Non che si debba parlare sempre e solo di libri e di film, a quel punto forse diventerebbe ossessione, ma sono sicuramente degli ottimi punti di partenza per instaurare un dialogo.

5. I libri mandano avanti il mondo


Pensate ad un mondo senza libri. Come sarebbe oggi? Probabilmente come in uno di quei libri distopici in cui la lettura è bandita. Esisterebbe ancora o i grandi della Terra si sarebbero già massacrati tra loro (anche se, in effetti, ci siamo vicini)? E' solo un caso se si trova al quinto posto, dato che questa è una delle cose che amo più dei libri ed è che ognuno di loro ha con sé un'idea alla base e se, come recita una canzone di Mannarino "con le idee puoi cambiare il mondo", allora con i libri si può davvero cambiare il mondo! Senza idee (libri) non andremmo avanti, non ci sarebbe la conoscenza, non ci sarebbero riflessioni, non ci sarebbe cambiamento! Saremmo tutti dei trogloditi o, giusto per rendere il concetto più attuale, degli zombie, spinti per inerzia a vagare per il mondo. I libri, i film, l'arte completano e mandano avanti il mondo. (Sì, la realtà vuole che il vero motore del mondo sia la ricchezza, ma lasciatemi sognare in questo mio pianeta utopistico)
Vado avanti per citazioni, aggiungendone una di Gianni Rodari che condivido in pieno e che esprime esattamente il concetto:  "Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo." Vorrei veramente che tutti leggessero. Una delle cose che mi danno più fastidio è la classica frase "ma i libri sono una perdita di tempo"...Cosa? Come è possibile pensare una cosa del genere, non riesco a concepirlo! Ovviamente chi lo pensa non ha mai preso un libro in mano, non sa cosa si è perso e, in un certo senso, mi dispiace per loro. Non voglio peccare di superbia dicendo questo, chi non legge, non guarda film, non si interessa di arte, non è in nessun modo una persona inferiore, no di certo! Ma sarà sicuramente più povero in mezzi per guardare il mondo con occhi diversi.

"Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito... Perché la lettura è una immortalità all'indietro.
Umberto Eco



Vi ringrazio davvero se avete seguito tutti i miei vaneggiamenti! E' stato difficile scrivere questo post ed esprimere in pieno quello che provo pensando alle cose che amo dei libri. Probabilmente non ho nemmeno beccato in pieno l'argomento di questa settimana, ma mi sono lasciata guidare dalla passione, spero per questo che ci sia un minimo di chiarezza in quello che ho scritto! 


Quali sono le vostre 5 cose che amate dei libri?







Prossimi appuntamenti:

21 Aprile - 5 libri che mi sono piaciuti nonostante la copertina brutta
28 Aprile - 5 titoli di libri che cambierei




Ogni settimana proporremo una lista di 5 "cose": 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook "Blogger: 5 cose che..." Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI









12 commenti:

  1. Ciao Gioia,
    che bella la nuova grafica ^-^
    La tua idea di questa rubrica è stata stupenda e mi fa piacere dell'entusiasmo di ogni settimana, è sempre un piacere andare a leggere le risposte delle altre blogger.
    L'argomento di questa settimana poi è molto bello anche perchè di motivi ce ne sarebbero davvero tanti. Che bello il tuo pensiero che il libro è un amico, sono completamente daccordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Susy!! :D
      E' vero, il bello della rubrica è proprio conoscersi meglio confrontandosi su uno stesso tema! E sì, concordo, quello di oggi è uno dei più belli che abbiamo affrontato!

      Elimina
  2. Gioia ❤❤ grazie a voi per aver ideato la rubrica ,io purtroppo non sto riuscendo a pubblicarla tutte le settimane ma spero di rimettermi presto in pari! Che dire del post,mi hai fatta emozionare :') Bellissimo come stupende sono le "piccole cose" che ami dei libri e che credo tutte noi amiamo.
    Un abbraccio e tanti auguri di una felice Pasqua ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie grazie Sara!! :* Non preoccuparti, quando puoi, non ti aspettiamo!! ;D
      Buona Pasqua anche a te, un bacio grande!

      Elimina
  3. Giusto tutto quello che hai detto, soprattutto sui libri amici e compagni di viaggio.

    RispondiElimina
  4. Sono pienamente d'accordo con il primo punto: leggere un cartaceo è tutta un'altra cosa!

    RispondiElimina
  5. Ciao
    qua il mio post. http://haylin-robbyroby.blogspot.it/2017/04/5-cose-che50-5-cose-che-amo-dei-libri.html

    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  6. Tutti punti interessanti e che condivido anche se non appaiono tra i miei perché ho inteso l'argomento dal punto di vista "fisico".

    RispondiElimina
  7. Ciao Gioia! Bellissimo il tuo post: hai reso perfettamente il tuo amore per i libri... che è anche il mio, anzi, il nostro, di noi tutte che partecipiamo a questa rubrica da un anno esatto (uao)!
    Mi sono piaciute moltissimo le riflessioni sui libri come amici e i libri che creano unioni e comunità: è vero, senza il mio blog non avrei avuto modo di discutere con così tante e diverse persone di un argomento che mi sta tanto a cuore; il blog ha reso i libri al centro della mia vita, cosa che altrimenti, offline, non sarebbe stato possibile... di amiche con cui posso parlare di questi argomenti ne ho giusto due/tre :P Fortuna che ci siamo trovate! :D

    RispondiElimina
  8. Ciao Gioia =), grazie a voi per averla ideata =) <3 <3, anche se sono sporadica con i vari appuntamenti vi seguo lo stesso =)!
    Mi hai fatto emozionare per le tue piccole/ grandi cose che ami dei libri, sono d'accordo con tutto ciò che hai scritto =)!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...