martedì 8 agosto 2017

Recensione - La Bolla di Onar. I Guardiani dei Sogni di Elisabetta Carovani


La Bolla di Onar. I Guardiani dei Sogni
di Elisabetta Carovani

Editore: Giovane Holden Edizioni
Genere: fantasy
Pagine: 64
Prezzo: 13.00€ cartaceo; 5.99€ Ebook
ISBN: 9788863969931
Illustrazioni: Alessandro Carovani


Link:


Sinossi.
In questo preciso momento milioni di bambini sulla Terra stanno per chiudere i loro occhi e abbandonarsi al suono dolce del consueto augurio “Sogni d’oro!”, sussurrato con affetto dai genitori pochi istanti prima dell’accogliente abbraccio della notte. Rabdos, il Folletto Pennaio, sta per rivelare l’esistenza del suo popolo e le verità legate al suo mondo: la Bolla di Onar. Non tutti, infatti, sanno che dietro al semplice augurio notturno espresso dai genitori si nasconde l’infaticabile lavoro dei folletti della Bolla di Onar, che con i loro fedeli cavalli alati Burak sono pronti a intervenire per garantire a tutti i bambini di vivere nei loro sogni fantastiche avventure, proteggendoli da un temibile e acerrimo nemico: Efialtes, la cui presenza sul pianeta Terra sta mettendo in pericolo l’innocenza, la spensieratezza e l’incanto dell’immaginazione nei più piccoli. È questa un’opportunità per i giovani lettori di scoprire una realtà finora inesplorata e misteriosa, capace di coinvolgere anche i grandi in una sfida che stimola la loro fantasia e la loro immaginazione.
Siete pronti a vivere la magia che avvolge il mondo dei sogni?

Recensione

Rabdos, folletto Pennaio della Terra di Onar, ha il compito di scrivere racconti, testi e cronache per il suo e per gli altri popoli. Questa volta però ha accettato di scrivere un piccolo volumetto destinato agli abitanti della Terra, o dell'Altro Mondo come la chiamano i folletti, per portarli a conoscenza della loro esistenza.
Rabdos è infatti un abitante della Terra di Onar, racchiusa in una bolla magica che gravita tra la Terra e la Luna. 
Quello che i terrestri non sanno è che alcuni degli abitanti di questa strabiliante terra custodiscono un importante compito: tra loro crescono e si formano i Guardiani dei Sogni, coloro che hanno l'onore e la responsabilità di distribuire e di garantire Sogni d'oro a tutti i bambini dell'Altro Mondo, a cavallo dei rispettivi Burak, i fedele cavalli alati nati dal Grande Antos.
Il popolo dei folletti è ben strutturato, ognuno ha il proprio compito specifico da svolgere con impegno e responsabilità, una catena omogenea fatta di doveri e coraggio.
Il pericolo maggiore per i folletti e per i bambini che proteggono è il demone Efialtes, acerrimo nemico che vuole privare i giovani terrestri della pura spensieratezza e innocenza.

"Mi chiamo Rabdos e sono un folletto Pennaio: scrivo cronache, racconti e testi di vario genere, e ho accettato l'incarico di redigere un piccolo volumetto che parli del nostro popolo. Abito sulla Terra di Onar, contenuta in una bolla dimensionale magica, posta nel grande spazio cosmico tra la Luna e la Terra, esattamente nel punto in cui le loro forza di attrazione gravitazionale si equilibrano: la bolla resta così a distanza costante sia dalla Luna che dalla Terra, e sempre allineata con esse.
 [...]
La nostra vita è strettamente legata alla Luna, alle stelle e alle comete, in particolare alla Cometa Crusos, che passa vicino alla Luna ogni cinque anni lunari.
L'energia generata dal suo passaggio fa germogliare il Grande Antos, un fiore particolare posto al centro della nostra Bolla e venerato da tutti noi folletti.
Noi chiamiamo voi, abitanti del pianeta Terra, persone dell'Altro Mondo."

Tra magiche ambientazioni e favolose quanto dettagliate descrizioni il diario di Rabdos si srotola in capitoli brevi ma ricchi di dettagli alla scoperta di un nuovo mondo che viaggia parallelo a quello terrestre e vi si intreccia per portarne benefici, sogni e felicità.

Ogni elemento è ben descritto creando nella mente del lettore immagini ben delineate, anche grazie alle illustrazioni, semplici ed essenziali, che si trovano all'interno del libro, arricchendolo e rendendolo più dinamico e, se possibile, ancora più magico.

Seppur breve il romanzo, che ingloba alla perfezione tutte le caratteristiche del genere fantasy, cattura la curiosità del lettore, stimolandone l'immaginazione e la fantasia.
Primo capitolo di una saga, La Bolla di Onar. I Guardiani dei Sogni, si conclude in maniera netta, con un finale lasciato in sospeso, lasciando il lettore sorpreso e, in un primo momento, sconcertato.

Ringrazio l'autrice, Elisabetta Carovani, che, attraverso una narrativa semplice ma mai banale, mi ha trascinato pienamente in questo magico mondo tra avventura e incanto.

Votazione
4/5

Buona lettura!



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...