giovedì 11 gennaio 2018

Le letture di Dicembre + Libri da leggere a Gennaio




Buongiorno lettori!!
Il nuovo anno è già iniziato da qualche giorno ma, come ho scritto nel post dei propositi per il 2018, mi piacerebbe riprendere in mano i riepiloghi delle letture mensili, aggiungendo una piccola novità.

Com'è andato il mio ultimo mese del 2017 in quanto a letture?
Bene e male allo stesso tempo. Sarò breve, brevissima. Le letture nel mese di Dicembre sono state...oooooo rullo di tamburi, una e..mezza ^^'

Già perché, come forse qualcuno saprà, il mese che si è appena concluso ha visto come protagonista indiscusso Delitto e castigo di Dostoevskij. È stata una lettura abbastanza impegnativa ma sono felicissima di averla portata a termine. Qualche volta, devo essere sincera, ho pensato di abbandonarlo, non tanto perché non mi sia piaciuto ma, forse, non era quello il suo momento. Dicembre è stato infatti un mese molto impegnativo, il tempo per leggere è stato pochissimo e, per questo, il libro mi è sembrato infinito (in effetti sono più di 700 pagine!) ma, nonostante questo,  i nomi difficili da ricordare se si è alle prime armi con i romanzi russi, alcuni momenti un po' confusionari a cui bisogna prestare attenzione per riuscire a non perdere il filo, è davvero un bel libro, ricchissimo di spunti per la riflessione.
Il libro a metà tra Dicembre e Gennaio è L'impazienza di Penelope di Giovanna di Verniere. È un libro che Debora aveva già letto tempo fa (qui la recensione) e che ero curiosa di leggere anche io. Il libro da leggere per il mese scorso per la Made in Italy challenge, la sfida di lettura organizzata da Valentina del blog Universi Incantati, era un esordio 2017, così ho colto la palla al volo e l'ho letto. La lettura scorre molto velocemente, ho impiegato qualche giorno per leggere le prime 30 pagine, sempre e soltanto per problemi di "tempo", ma ho avuto una giornata libera e in 2/3 ore sono riuscita a terminarlo, la scrittura fluida e la storia coinvolgente, di certo, aiutano. Qui una mia breve recensione.


TbR di Gennaio

La novità che mi piacerebbe introdurre in questo tipo di post è una tbr del mese, cioè i libri che vorrei leggere durante il mese, in questo caso Gennaio.
Fino ad ora non ho mai fatto piani sulle letture ma, con la reading challenge Made in Italy a cui ho deciso di partecipare anche quest'anno e dopo essermi unita al gruppo di lettura LiberTiamo, che potete trovare su Goodreads, programmare le letture del mese non è poi un'idea così irrealizzabile. 

Il primo libro che avrei voluto leggere e che ho già letto è Fahrenheit 451 di Ray Bradbury, uno di quei libri che giacevano in libreria da tempo immemore. Era il libro di Dicembre del GdL LiberTiamo, pensavo di riuscire a leggerlo entro fine mese, ma non ce l'ho fatta. Nonostante questo non ho voluto rimandare oltre e...brava Gioia, il tuo anno è iniziato decisamente alla grande! Devo ammettere che in qualche punto mi è sembrato un po' confusionario, probabilmente perché non sono abituata al genere fantascientifico ma è decisamente un gran bel libro!
Il secondo libro di Gennaio (che ho attualmente in lettura) è Quel che resta del giorno di Kazuo Ishiguro, il libro di questo mese per LiberTiamo. È un libro che, dico la verità, non avrei mai preso in considerazione. Di Ishiguro ho letto, anni fa, Non lasciarmi e mi era piaciuto molto. Per adesso sono solo all'inizio ma mi sta piacendo anche questo!
Terzo libro che vorrei leggere a Gennaio è La profezia dell'armadillo di Zerocalcare. Per la reading Made in Italy dovremmo leggere un libro di cui rimandiamo la lettura da troppo tempo e beh, è già un po' di tempo che leggo Zerocalcare e direi che è arrivato il momento di leggere il suo primo libro!
A Gennaio mi piacerebbe leggere, inoltre, Il pianista, libro autobiografico di Wladyslaw Szpilman, da cui è stato tratto l'omonimo film, uno dei miei preferiti. Di solito non leggo letture a tema ma visto che il 27 ricorre la Giornata della Memoria, mi sembra l'occasione giusta per leggere questo libro che ho recuperato già da un po'.
L'ultimo libro è quello più difficile dato che non è legato a qualcosa in particolare. Tra i mille mila da leggere ne scelgo uno che ho recuperato già da un po', Caramelle al gusto arancia di Valentina Orsini, di suo ho letto Madrepàtria, mi è piaciuto molto e sono curiosa di leggere anche il suo primo romanzo.



    


Ci riuscirò? Lo scopriremo all'inizio del prossimo mese. 
Ne avete letto qualcuno e, soprattutto, avete piani per questo mese (o, meglio, dei giorni che ne restano)?



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...